Master in Editoria e Comunicazione: un percorso all’altezza delle mie aspettative

Il master, caratterizzato dalla perfetta commistione tra le varie, eccezionali competenze dei docenti.  Dal docente Fabio Amendolara ho appreso preziose nozioni sul mestiere del giornalista.  La ciliegina sulla torta è stata la creazione di gruppo del romanzo giallo “Non sarà un’avventura”. Un romanzo, nato da una pazza idea del docente Gianfranco Blasi: una prova complicata, stimolante e gratificante.
“Non è tanto chi sei quanto quello che fai che ti qualifica”: con questa frase presa in prestito da Batman Begins, film del 2005 diretto da Christopher Nolan, credo possa riassumersi il mio modo di vedere la vita o, perlomeno, alcuni suoi aspetti. Il master in Editoria e Comunicazione promosso da Innform è stato per me la chiusura di un cerchio, di un percorso di formazione, umana e professionale, arrivata dopo la laurea in lettere moderne e il conseguimento dell’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti della Basilicata. 
Un percorso che si è rivelato subito all’altezza delle mie aspettative. Io, giornalista pubblicista con la passione per il calcio e lo sport in generale, ho potuto immergermi, fin dai primi momenti, in una realtà dinamica e stimolante caratterizzata dalla perfetta commistione tra le varie, eccezionali competenze di tutti i docenti incontrati lungo la strada.  
Ovviamente, non me ne vogliano gli altri insegnanti, la mia attenzione è ricaduta principalmente sulle lezioni di Fabio Amendolara e Gianfranco Blasi, due preparatissimi giornalisti. Grazie a Fabio ho appreso tutte quelle nozioni del mestiere del giornalista che ancora non conoscevo. Con lui ho potuto notare come ci siano enormi differenze, ad esempio, tra lo scrivere un articolo di cronaca (ambito in cui Fabio è straordinariamente competente) e uno di sport. 
Se la mia voglia di “fare” il giornalista non è diminuita, anzi è aumentata, lo devo soprattutto a lui che mi ha fatto comprendere ancora di più quanto sia bello svolgere questa professione. Una professione della quale, grazie anche allo stage svolto presso la testata giornalistica Potenza RossoBlu, mi innamoro ogni giorno di più. 
Quanto a Gianfranco, che dire, la sua fama di grande romanziere, poeta, saggista, nonché politico, lo precede. Le sue lezioni hanno avuto come argomento principale l’ufficio stampa: cos’è, come funziona e a cosa serve. Grazie a Gianfranco ho imparato a scrivere un comunicato stampa efficace apprendendo, allo stesso tempo, quali sono i requisiti necessari per lavorare in un ufficio stampa.
La ciliegina sulla torta, poi, è stata ovviamente la creazione, insieme ai miei amici di viaggio (dire compagni sarebbe troppo riduttivo), del romanzo giallo intitolato “Non sarà un’avventura”. Un romanzo, nato da una “pazza” idea del nostro docente, che ci ha impegnati parecchio, ma del quale siamo enormemente orgogliosi. Grazie a lui, che ha sempre creduto nelle nostre capacità, siamo stati in grado di superare una prova all’inizio complicata, ma che col tempo si è rivelata stimolante e gratificante. 
Un doveroso ringraziamento lo devo anche agli altri docenti incontrati durante il percorso, non dimenticando, chiaramente, l’ente di formazione Innform il quale, è sempre stato professionale, disponibile e attento a ogni nostra esigenza. Grazie mille. Grazie davvero. 

NICOLA PATRISSI

Comments are closed.
Siamo Aperti da Lunedì al Sabato INFO
clicca sul bottone per contattarci
CONTATTACI