Felice della scelta fatta e che rifarei ad occhi chiusi

In una delle mie ricerche leggo del master. Catturano la mia attenzione argomenti come Certificazioni ISO, Sicurezza Alimentare, Gestione Qualità e Sviluppo di un Manuale HACCP, proprio quelli richiesti negli annunci di lavoro. Seicento ore di formazione e trecento ore di tirocinio presso un laboratorio/azienda mi sembrano una grande occasione anche per interfacciarmi con realtà lavorative altrimenti inavvicinabili.” –

“Forse è il caso che mi iscriva alla Magistrale, chi vuoi che mi assuma con una semplice Triennale”, “Sono già fuori età adesso per il lavoro, figuriamoci tra due anni, meglio lasciar perdere lo studio ed iniziare a lavorare quanto prima”.

Questi, tra i pensieri ricorrenti, quelli che maggiormente mi attanagliavano la mente. Ottobre, però, per una eventuale iscrizione era ancora lontano e così ho deciso di cercare lavoro.

Mi candidavo a quante più offerte possibili, dalla Basilicata alla Lombardia, presso laboratori, aziende chimico-farmaceutiche, nel petrolchimico, per il Controllo Qualità presso aziende agro-alimentari e tutto ciò che fosse in linea con una laurea in Chimica o con un indirizzo Tecnico-Scientifico.

Tra i requisiti degli annunci, oltre alla famigerata esperienza bi-, tri- o pluriennale, comparivano requisiti come “Conoscenza della ISO 9001, ISO 22000, Sicurezza Alimentare e principi  HACCP, ecc.”, termini di cui avevo sentito parlare senza però averne padronanza.

In una delle mie solite ricerche, oserei dire quotidiane, leggo di questo “MASTER TECNICO ESPERTO ANALISI ALIMENTARI E AMBIENTALI”. Subito catturano la mia attenzione argomenti come Certificazioni ISO, Sicurezza Alimentare, Gestione Qualità e Sviluppo di un Manuale HACCP, proprio quelli richiesti nei tanti annunci a cui mi ero candidata. Mi incuriosisco, anche gli altri argomenti trattati mi piacciono, 600 ore di formazione in aula e 300 ore di tirocinio presso un/una laboratorio/azienda reale, una grande occasione per ampliare il mio bagaglio personale e, perché no, interfacciarmi con realtà lavorative altrimenti inavvicinabili. Ho chiesto maggiori informazioni e, dopo aver riflettuto bene e fatto le mie considerazioni, mi sono iscritta. Di lì a poco è partito questo nuovo percorso, fatto di ben 900 ore che, prima di iniziare, sembravano tantissime. Oggi posso dire che sono volate.

Gli argomenti affrontati in questi mesi sono stati tanti, alcuni a me già conosciuti, dal punto di vista teorico, che ho avuto modo di approfondire e di trattare sotto un aspetto completamente diverso, di natura professionale, ed altri, del tutto nuovi, che mai avrei pensato potessero interessarmi e che, invece, mi hanno conquistata ed appassionata sempre di più. Tutto questo, ovviamente, è stato possibile grazie alla preparazione ed all’esperienza dei professionisti messi a nostra disposizione che, con la semplicità e spontaneità di chi fa quel lavoro da anni, sono riusciti a trasmetterci nozioni, informazioni, consigli e la voglia di non mollare, di credere nelle nostre capacità, di impegnarsi fino in fondo nei propri progetti perché, prima o poi, tutti gli sforzi fatti verranno ripagati.

È stato un percorso fatto non solo di studio, ad esempio le visite nelle varie aziende hanno colorato ancor di più alcune giornate, grazie alle quali si è conciliato l’apprendimento su campo con la spensieratezza di passare una giornata diversa in compagnia di quel bellissimo gruppo che ho avuto la fortuna di conoscere, fatto di ragazze, per la maggior parte, capaci e preparate ma che non perdevano occasione di rendere piacevole qualsiasi momento, serio e non.

Alla fine delle lezioni in aula, con un filo di malinconia perché parte del percorso era giunto al termine, è subito partito il mio Tirocinio presso un laboratorio di analisi chimico-fisiche su matrici alimentari ed ambientali.

Non nego le mie preoccupazioni iniziali, legate alla paura di non saper far nulla, di non sapermi muovere in un contesto lavorativo reale. Insieme a questi timori, però, in me c’era una gran voglia di imparare quante più cose possibili, di sfruttare quelle ore messe a disposizione per acquisire quell’autonomia che mi mancava.

Ed è così che è stato, ho fatto di tutto, dalla realizzazione/revisione di parte della modulistica e gestione degli ordini, all’esecuzione delle analisi vere e proprie. Non c’è stato un solo giorno in cui io non sia uscita dal quel laboratorio arricchita di qualcosa in più. Sicuramente ho ancora tantissimo da imparare, mi aspetta un duro lavoro, ma oggi, a distanza di 10 mesi, mi sento “cresciuta” anche io.

Il Regista di tutto ciò, colui che ci ha seguiti sin dalle prime chiacchierate informative fino alla fine del Tirocinio, è Francesco, uno degli organizzatori del Master che, tra docenti, lezioni, 13 ragazze + 1 ragazzo, aziende, uscite, i suoi immancabili cornetti a metà mattina e chi più ne ha più ne metta, se l’è cavata davvero bene.

Felice della scelta fatta e che rifarei ad occhi chiusi.

MARIA SALINARDI

Comments are closed.
Siamo Aperti da Lunedì al Sabato INFO
clicca sul bottone per contattarci
CONTATTACI