Un master bellissimo…un’avventura indimenticabile

Il master in Editoria e Comunicazione: Master bellissimo, perfetta prosecuzione del mio percorso di studi. Ho fatto cose nuove, con piccole e grandi soddisfazioni e con incredibili possibilità. Come quella di realizzare un inserto digitale per Il Mattino di Puglia e Basilicata, sotto la guida sapiente di Fabio Amendolara, giornalista di spicco, e di Manuela Stefanelli, grafica affermata.

La voglia di imparare a comunicare per conoscere gli altri, mi è sempre rimasta dentro, insieme al desiderio di lavorare nell’ambito della comunicazione. Così, quando a distanza di molti anni, ne ho avuto la possibilità, l’ho fatto: ho ripreso gli studi. Fra impegni, contrattempi e difficoltà personali, c’è voluto molto tempo, ma alla fine ci sono riuscita. Alla non più tenera età di 49 anni mi sono laureata!

Poco dopo, per caso, ho scoperto che la Innform organizzava un master in Editoria e Comunicazione. Un master bellissimo. Perfetta prosecuzione del mio percorso di studi e suo congeniale completamento. Se fosse accaduto solo qualche anno prima mi ci sarei iscritta senza pensarci su, ma questa volta ho avuto dei dubbi. Che senso aveva fare un master a 49 anni? Circondata da ragazzi giovani, sarei stata un pesce fuor d’acqua. 

Pur con queste incertezze, il master ho deciso di farlo lo stesso. Perché volevo provarci. Perché mi piacciono le sfide. Perché mi piace provare a superare i miei limiti. E per capire se ho le capacità per lavorare nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E se non ce l’ho, per mettermi l’anima in pace e andare oltre.

Come previsto, non è stato facile. I compagni di viaggio (sì perché questo per me è stato davvero un viaggio!) sono giovani e particolarmente bravi. Tenere il passo è stata dura e non sempre ci sono riuscita. Ho imparato cose nuove. Ho fatto cose nuove. Con alti e bassi. Con delle piccole e grandi soddisfazioni personali. E, soprattutto, con incredibili possibilità. Come quella di realizzare un inserto digitale per Il Mattino di Puglia e Basilicata, sotto la guida sapiente di  un giornalista di spicco, come Fabio Amendolara, e una grafica affermata, come Manuitza (Manuela) Stefanelli. 

Un macro tema, il luogo, scelto da noi corsisti e declinato secondo le singole sensibilità. E assecondando la mia, io ho attinto a quell’intima voglia di conoscere e di capire attraverso lo strumento dell’intervista. Non a un campione del calcio come sognavo da ragazzina. Ma a “campioni” del quotidiano, scegliendo di parlare di un centro di accoglienza per migranti. 

La ricerca di informazioni, la telefonata al responsabile del centro, l’incontro e l’intervista.  L’emozione, l’agitazione. La gioia. La naturalezza. Niente domande preparate. Una chiacchierata spontanea, con domande all’impronta, come suggerito da Fabio. Domande volte soprattutto a capire, per poter poi trasmettere, l’essenza profonda di quel luogo. Cosa rappresentasse per chi viene accolto e per chi accoglie. 

Avrei voluto raccontare ogni dettaglio di quel centro, delle attività che vi si svolgono, delle persone che lo animano. Ma avevo dei paletti entro cui stare: il tema, il focus da me scelto, la natura dell’articolo (trasformatosi in un reportage), la struttura, il limite di battute. Tenere tutto insieme non è stata una passeggiata.

“Ci sei riuscita. Ho visto il luogo senza esserci mai andato”, mi ha detto Fabio dopo aver letto l’articolo finito. “È diverso dagli altri articoli che hanno scritto sul centro. Ha un taglio più umano. Grazie”, ha commentato il responsabile del centro di accoglienza dopo la pubblicazione del mio pezzo. Parole che mi hanno resa felice. Parole che per me sono state una carezza all’animo. 

Ringrazio la Innform, in particolare Oriana Marino, che mi ha dato la possibilità di partecipare al master, e Francesco Aliastro, che me ne ha fatto scoprire l’esistenza, i docenti tutti, per quello che mi hanno insegnato, non solo didatticamente, e i ragazzi con cui ho condiviso quest’avventura bellissima: Elvira, Francesco, Giulia, Mariangela, Michela, Nicola, Stefania e Rosalba. Grazie a tutti voi.

TIZIANA FIGLIUOLO

Comments are closed.
Siamo Aperti da Lunedì al Sabato INFO
clicca sul bottone per contattarci
CONTATTACI